Edizione: 29/04/2007   testata: Giornale di Brescia   sezione:CULTURA

Cosetta Zanotti e Annalisa Strada fra le autrici che hanno presentato novità alla kermesse bolognese  
Parole bresciane per educare all’affettività 
Le autrici bresciane Annalisa Strada e, a destra, Cosetta Zanotti
Le autrici bresciane Annalisa Strada e, a destra, Cosetta Zanotti

Temi difficili e argomenti delicati diventano a misura di bambino se raccontati attraverso una fiaba. È questa la filosofia della collana «Parole per Dirlo» diretta dalla scrittrice bresciana Cosetta Zanotti per le Edizioni San Paolo. Una proposta che ha debuttato nel 2004 con Maldiscuola, una storia sulla paura e la difficoltà di affrontare nuovi compagni e insegnanti. Da allora sono usciti altri sette titoli dedicati alla separazione dei genitori, alla nascita di un fratellino, al delicato tema della morte e della malattia, ma anche del bullismo e della violenza in famiglia. Ora a firma proprio di Cosetta Zanotti (già autrice per la collana del delicato Il mare del cielo, sulla scomparsa di una persona cara) è stato presentato a Bologna Mihai, che affronta il tema dell’adozione.
«L’obiettivo di questa collana dedicata ai lettori dai 6 anni è di trovare parole - dice Cosetta Zanotti - per spiegare i momenti difficili della vita, ma anche per aiutare i bambini a prendere la misura con i sentimenti, in un percorso di educazione all’affettività». «Tutte le storie - prosegue l’autrice bresciana - sono viste attraverso gli occhi dei piccoli protagonisti. Così è anche per Mihai, un bambino della Romania che affronta un percorso di accoglienza in una nuova famiglia, la difficoltà a conciliare i sogni con la realtà, la necessità di saper domare le paure per essere in grado di accogliere i doni che arrivano». Si tratta di libricini estremamente curati ed accompagnati da un percorso pedagogico per il genitore e l’educatore, che attraverso queste storie illustrate sempre con grande poesia e delicatezza possono affrontare a misura di bambino argomenti spinosi e difficili.
Sono ancora una volta le emozioni le protagoniste di un’altra bella collana firmata San Paolo: Sentimenti a colori. Storie fresche e agili per lettori dai 7 anni, scritte dalla bresciana Annalisa Strada. A Bologna sono stati presentati i primi tre volumetti: Come sono contento!, È mio! Lo voglio! e Quanto la invidio. A breve arriveranno altri due titoli sull’ira e la generosità. «Educare all’affettività - dice Annalisa Strada - è un tema oggi molto importante. I bambini vivono un’emotività molto esasperata suggerita dalla tv, della quale non è detto abbiano una vera consapevolezza e conoscenza. Inoltre la maggioranza dei figli unici di oggi non ha la possibilità di vivere il campo del collaudo con i fratelli come avveniva più facilmente in passato. È nata così l’idea di questa collana che propone storie brevi che colgono situazioni alla portata dei bambini per parlare dei sentimenti senza pudore. Al termine delle storie ci sono inoltre dei giochi divertenti da fare da soli o da sperimentare con gli amici». (l. o.) 
L'adattamento totale oparziale e la riproduzione con qualsiasi mezzo elettronico,
in funzione della conseguente diffusione on-line, sono riservati pertutti i paesi.